giovedì 1 aprile 2010

Senza voltarsi più


Un giorno ti svegli e capisci che il sonno non può impedirti di fingere, capisci che è ora di prendere una decisione che sia coerente, una decisione duratura, ma come puoi intraprendere questo cammino senza voltarti più? Soffochi all'idea di non poter più tornare indietro, di non poter più rivivere quei momenti che pur essendo più brutti che belli ti mancheranno; chiamavo libertà l'amore e adesso comprendo che è soltanto un sogno dal quale prima o poi mi sveglierò impaurito e completamente indifferente alla vita. Tutto rivive dentro te, non puoi cancellare il passato, non potresti essere ciò che sei oggi, ma vuoi veramente essere ciò che sei? Ho imparato che nella vita vince sempre chi è egoista, innamorato solo di se stesso e chi non si lascia andare con niente e nessuno perchè prima o poi qualcuno ti farà del male, ma vale la pena vivere una vita priva di emozioni per sfuggire alla sofferenza? Le emozioni fanno parte dell'essere umano, ci caratterizzano, che siano emozioni belle o brutte bisogna viverle, perchè è questa la vita, sappiamo perfettamente qual'è il modo per stare bene senza rischiare di ferirci ma così facendo non potremmo trascorrere ne le giornate ne le serate essendo felici o tristi, ma in modo completamente insensibile, quindi prendi una decisione senza voltarti più, l'importante è che tu stia bene. "Il male peggiore non è la sofferenza, ma l'insensibilità" Gustave Thibon.

22 commenti:

  1. Ciao a tutti, volevo scusarmi per essere scomparsa tantissimo tempo, purtroppo ho avuto problemi di connessione e non ho potuto più ne scrivere ne visitarvi, sono felice di potervi risentire ^____^ !

    RispondiElimina
  2. che bello risentirti eluccia, ti ho scritto anche delle email, ma ricevevo strane risposte pubblicitarie. :)

    RispondiElimina
  3. Bentornata!!!
    Ma che piacerone rileggerti... mi sei mancata davvero molto... grazie di essere passata ad avvisarmi... ora son passata per un salutino veloce veloce... poi torno con più calma... una dolce notte con un abbraccio forte!!!

    RispondiElimina
  4. Bentornata Ela, ti aspettavo...

    RispondiElimina
  5. Ciao Ela sono contento del tuo ritorno,bello il post,per riflettere,il vivere comporta sempre uno stato emotivo,il bene e il male fanno parte del percorso e uno non deve tirarsi indietro,rinunciare è come morire.
    Bentornata cara,auguri di buona Pasqua.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  6. Salve anche se sono nuovo e non mi conosce nessuno, volevo fare anche io i complimenti al blog che trovo molto carino e in particolare questo post.
    Meglio un rimorso che un rimpianto...

    RispondiElimina
  7. Alessandro: Benvenuto se sei nuovo ^____^! Grazie mille per i complimenti, spero di rivederti qui in giro, un saluto!

    RispondiElimina
  8. Vera la conclusione del post! Però a volte quando si soffre si maledice di non essere insensibili...

    Bentornata e buona Pasqua cara!:)

    RispondiElimina
  9. ciao ela,come stai???spero bene!!un abbraccio...
    ps.un commento al post:io aggiungo che il male peggiore è l'indifferenza, altra faccia dell'insensibilità.
    ad ogni modo privarsi di emozioni non è umano,più che altro, per evitare di soffrire gratuitamente, sarebbe meglio essere un pochino diffidenti!

    RispondiElimina
  10. bentornata!!!!

    Buona Pasqua anche a te
    ^________________^

    RispondiElimina
  11. Voltarsi a volte puo' essere utile, uno sguardo agli errori per poter evitare di inciampare di nuovo. Mi trovi completamente d'accordo sull'egoismo... chi ama se stesso ama di piu' gli altri

    ben tornata ti aspettavamo da tempo

    Clelia

    RispondiElimina
  12. Miao cara, sono felice di rileggerti, sempre con le tue riflessioni , con lo studio dell'uomo e dei suoi rapporti con il mondo . La serenità interiore permette di amare meglio il resto, se per raggiungere questo equilibrio bisogna far tagli, tabula rasa, pazienza, sa da fà, il continuare a sopportare situazioni che ci imprigionano, ci fanno ammalare. Un abbraccio pasquale e gattesco miaoooooooooo

    RispondiElimina
  13. Ela piacere di fare la tua conoscenza. Mi hai scritto circa un secolo fa sul blog.XD E'Sicuro che non ti ricordi. cmq l'ho abbandonato purtroppo. Mi ritrovo molto nelle tue riflessioni.L'insensibilità è fin troppo presente e regna insieme alla falsità in questo mondo.Occhi sempre aperti! Myriam ^^

    RispondiElimina
  14. Ciao Ela tanti cari auguri di Buona Pasqua a te e famiglia e che sia una giornata serena!!!
    Se gradisci nello “Scrigno dei Tesori” per domani troverai un pensierino che ti aspetta...
    Bacio bacioooooooooo!!!

    RispondiElimina
  15. Buona Pasqua cara Ela.
    Bricconcella scomparsa che non sei altro!
    ^_^

    Se il prezzo della sensibilità e di provare emozioni è la sofferenza...accetto.
    Del resto nostro Signore per salvarci è morto...più emozione e sofferenza di questo...

    Baciuzzi.

    RispondiElimina
  16. AUGURI UN BELLISSIMA PASQUA!

    RispondiElimina
  17. sono parole a cui penso e ripenso in questi giorni, giorni in cui sto prendendo una decisione diversa da quella che pensavo di prendere fino a poco tempo fa
    ho deciso che se ho provato certe emozioni, forse è giusto riprovarci a provarle... strano gioco di parole, ma vero



    bel post e bel blog
    Vera

    RispondiElimina
  18. bello che si ancora qui.
    Mi sei mancata.
    E' bello riaverti in gioco.

    RispondiElimina
  19. Muy interesante tu reflexión, me gusta mucho tu blog...enhorabuena desde España de azpeitia

    RispondiElimina
  20. mi ricordo la prima volta che ho letto un tuo post,sono rimasta stupita dal tuo modo di aver centrato in pieno un mio problema...lessi tutto a un fiato..e così iniziai a seguirti..ogni nuovo post,corrispondeva ad ogni mia idea,modo di pensare o cosa successa..
    e questo è stato fatto in altrettanta maniera..mi sembra come di specchiarmici dentro..
    credo sia fra i più bei blog che io segua su questa piattaforma..
    veramente incredibile..

    RispondiElimina