venerdì 31 luglio 2009

Tira e molla

Sono un numero esagerato le coppie che ogni anno si lasciano e tornano insieme, l'esperienza si può ripetere più volte durante la relazione, questo è il cosidetto "tira e molla". In genere in questo tipo di relazione, uno dei due è sempre in uno stato di crisi, di lamento, mentre l'altro è molto più spensierato e vive la relazione in modo sereno. Prendiamo una coppia che è stata insieme molti anni, che è cresciuta insieme, ma le incomprensioni e i litigi sono sempre più frequenti e si arriva al punto in cui uno dei due decide la rottura, chiudendo il rapporto. Dopo si torna insieme con abbastanza facilità perchè avendo condiviso tutto è molto naturale, ma il problema si può riproporre, allora perchè non chiarire direttamente le incomprensioni, vivere sereni insieme, senza distruggersi il cuore a vicenda?? In questo tipo di rapporti, di solito uno dei due soffre più dell'altro, esattamente chi viene lasciato parecchie volte, bisogna considerare che si apre in continuazione una ferita lasciandosi e riprendendosi ogni volta. I risultati di tutto questo sono dolenti, perchè semplicemente non tornare insieme e rimanerci?? Oppure se la situazione proprio non va chiuderla definitivamente, senza che nessuno dei due soffra, lasciando che il percorso si concluda e ognuno vada per la sua strada. Penso che quando due persone sono fatte per stare insieme non concludono definitivamente una storia, rimanendo in contatto, volendosi bene, ma se sanno che sono destinate a stare insieme, perchè non ricominciare tutto da capo e vivere sereni l'uno con l'altra, chiarendo i problemi e mettendo da parte i rancori passati?? Credo sia possibile, pur avendo sofferto, a meno che uno dei due non abbia nessuna intenzione di tornare dall'altro\a. Credo sia meglio il rimorso, che il rimpianto di non aver almeno provato ad aggiustare le cose.

mercoledì 29 luglio 2009

Facili in un mondo complicato


Il mondo è cambiato dal punto di vista della conquista, se notate ormai un uomo non corteggia più una donna perchè è la donna stessa che spesso si concede volontariamente a lui. L'uomo e la donna dei giorni nostri hanno cambiato completamente ruolo con l'andare del tempo nella società, la parte dell'uomo non esiste più come una volta e credo che questo sia dovuto al fatto che la donna si conceda a egli troppo facilmente, gli appuntamenti non esistono più, ormai molte persone vivono di storielle durate un giorno, perdendo la propria verginità e dignità per non dire di no a un ragazzo conosciuto nel giro di qualche ora. Non capisco, come si può dare il nostro corpo così facilmente?? A parte il fatto di concedersi, non capisco a cosa serva farsi tante di quelle storie durate pochi giorni o addirittura poche ore nella vita, non credo sia particolarmente istruttivo per noi stessi sopratutto. Non credete siano molto più rilevanti e belle quelle storie cresciute gradualmente, nelle quali è presente la conquista, l'interesse reciproco per una relazione solida, il fatto di amarsi l'uno con l'altra, cosa che nelle storielle non esiste e penso sia distruttivo a un certo livello non avere un punto di riferimento ma solo pezzi di giornate senza ricordi veramente importanti. Credo che alcune persone così facendo, cerchino la loro anima gemella all'infinito, ma se veramente esistesse, prima o poi ci incontrerà, si scontrerà per caso su di noi, ma perdendo tempo in questo modo il treno potrebbe passare e noi non salirci sopra, non ha senso cercarla insistentemente se non è il momento più adatto, non si può giocare sulla dignità di ognuno di noi. E' molto più semplice stare con una ragazza che non da rilievo alle relazioni, che prende tutto alla leggera, piuttosto che avere a che fare con una ragazza seria, con obbiettivi, perchè ormai le persone non hanno voglia di impegnarsi e questo mi fa pensare malinconicamente al mondo complicato che ci presenta la vita. "Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perché è in ciò che sta l'essenza della dignità umana" Giovanni Falcone.

lunedì 27 luglio 2009

Carattere estremo


Ognuno di noi è unico perchè possiede un certo tipo di carattere, che può essere forte, chiuso, dolce, estroverso e così via, questo ci distingue e caratterizza l'uno con l'altro, perchè forma la nostra personalità. Il carattere principalmente è costituito dal nostro umore e può cambiare a seconda di esso, dal nostro modo di agire, e anche dalla presenza. Ognuno di noi ha un suo stile, nel vestire, nel pensare, nell'esprimersi, insomma in tutto e penso sia questa la cosa più bella, caratterizzarci per come siamo. Talvolta però il carattere può essere una pecca, potrebbe far del male agli altri, o addirittura a noi stessi, prendiamo ad esempio una persona che pensa troppo a cose brutte della sua vita, arrivando addirittura a crearsi situazioni finte nella sua testa, questa può cambiare umore da un momento all'altro e creare problemi anche accusando persone che non hanno fatto nulla di male, ma solo perchè l'ha pensato nella sua testa, era tutto un ragionamento fantasioso che ha scambiato per realtà, facendo male a se stesso\a e agli altri. Allora come si può cambiare il carattere e migliorare se stessi?? Penso che per prima cosa bisognerebbe un pò soffocare i sentimenti, è molto brutto da dire, ma se questo aiuta noi stessi e gli altri si può almeno provare, per poi abituarsi, dopo di che sopportare e accettare ciò che ci fa cambiare umore per poi comportarci in maniera diversa, cambiando i nostri aspetti negativi al meglio, la tranquillità deve essere alla base, sopratutto per una persona irritabile e la pazienza dovrà esssere la nostra casa. Penso che cambiarci abbia dei pro e dei contro, cambiare carattere comporterebbe cambiare noi stessi, il nostro vero modo di essere, però se quest'ultimo è davvero eccessivo, forse è un bene e dobbiamo almeno provarci. Potremmo stare davvero bene con tutti cambiando in positivo, ma non so se sia del tutto possibile, e del tutto giusto, dipende forse dal nostro sato d'animo e da quanto ci interessa stare veramente bene. Non so se si possa cambiare in modo duraturo, ma penso si possa fare il possibile, e cercare di abituarsi alle situazioni per stare bene, soprattutto con se stessi. Voglio provare a modificare i miei difetti in meglio. "Chi possiede coraggio e carattere, è sempre molto inquietante per chi gli sta vicino" Hermann Hesse.

Verdena - Valvonauta

video
Mi affogherei
e anche se non mi viene
io senza lei
e anche se non c'è miele
mi viene dolce
e penso sempre lo stesso
mi affogherei
Io senza lei
riesco appena a sentire
che non ci sei
e riesco appena a stupirmi
va tutto bene e penso sempre lo stesso
mi affogherei...eei
Sto bene se non torni mai
Sto bene se non torni mai
Sto bene se non torni mai...maaai!!
Mi affogherei e anche se non conviene
io senza lei e anche se non c'è miele
mi viene dolce
e penso sempre lo stesso
mi affogherei...eei
Sto bene se non torni mai
Sto bene se non torni mai
Sto bene se non torni mai...maaai